Origine del cognome Abadía

Alcuni autori affermano che questo nobile lignaggio provenga dall'Italia e che Pedro de Abadía ne fu il fondatore in Spagna, il quale, ai tempi del re Jaime il Conquistatore, venne da quel paese nella nostra patria per assistere alla conquista di Valencia.


Questo, tuttavia, non è esatto, poiché il lignaggio Abadía è precedente in Spagna ai tempi in cui visse il re Jaime, e, quindi, all'arrivo nella nostra patria di quel signore italiano Pedro Abadía.


E a conferma di ciò, alcuni autori autorevoli affermano che gli Abadías vengono dalle montagne di Jaca, in Aragona, dove furono figli molto nobili, e che il lignaggio è così antico che alcuni di loro incontrarono Don Pelayo a Covadonga. Queste abbazie avevano anche terre a Daroca e Calatayud, dove erano naturali ed ereditate.


Pertanto, il cavaliere Pedro Abadía non fu il fondatore del lignaggio in Spagna. Al contrario, proveniva da quella stirpe, e quello che fece in Spagna fu trovato il ramo di Valencia. Venne infatti dall'Italia al tempo del re Jaime il Conquistatore per assistere alla conquista di Valencia, e durante questo memorabile evento si distinse molto per il suo impegno e il suo coraggio. Ha sconfitto un famoso moro di nome Babut in duello singolo, e il re Jaime era così soddisfatto dei suoi servizi che gli ha concesso il posto di Polop, motivo per cui Pedro Abadía ha stabilito una casa solare a Valencia, dove ha lasciato discendenti.


Ignacio Abadía y Loferlín, battezzato a Saragozza il 29 gennaio 1750, Sovrintendente Generale della Cavalleria Reale e dei suoi addetti, entrò nell'Ordine di Carlo III nel 1791.


José Abadía y Cebrián, nativo di Jatiel (Teruel), chierico incoronato e priore della chiesa parrocchiale di Jatiel della Commenda di Samper de Calanda, entrò nell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme nel 1726.


Vinsero il processo dell'Infanzia presso la Corte Reale d'Aragona: Baltasar de Abadía, residente a Saragozza, nel 1597, e Pedro Gabriel de Abadía, residente a Saragozza, nel 1638.


Hanno dimostrato la loro nobiltà nella Sala di Hijosdalgo della Cancelleria Reale di Valladolid, negli anni indicati: Francisco de la Abadía, residente a Viso (Toledo), nel 1552; Juan de la Abadía, residente a Miranda de Ebro (Burgos), nel 1593; Lucas e María Teresa Abadía Monviela y Palleta, nativi di Saragozza, residenti a Madrid, il 30 dicembre 1730, e Antonio de Abadía Manzanos Gómez y Gordejuela, nativo di Miranda de Ebro, il 9 maggio 1778.


Di fronte al Sant'Uffizio dell'Inquisizione di Valencia dimostrarono la loro nobiltà: Illán Abadía e sua moglie Esperanza Esteller y Catalá, originaria di Hoyo, nel 1625, e Juan Abadía Pucheu Costete y Bordanova, originario di Verdets, e la sua donna Mariana Mulet y Tatay, originaria di Albalat de Pardinas, nel 1761.


Tra i cavalieri hijosdalgo ricevuti nel Nobile Stato di Madrid, e che entrarono a sorte, esercitando le cariche del Consiglio Comunale, c'erano: Diego e Juan de la Abadía, nel 1619, e Pedro Francisco Abadía, nel 1682, 1685 e 1702


José de Abadía e consorti, discendenti della casa di Abadía, dalla Navarra, dimostrarono la loro nobiltà davanti alla Giustizia ordinaria di Irún (Guipúzcoa), nel 1724.


Juan e José de Abadía y Eleizaran, fratelli, residenti a Vidania (Guipúzcoa), dimostrarono la loro nobiltà prima delle Assemblee Generali di Guipúzcoa, nel 1665.


Gabriel Abadía y Hernando, originario di Atienza (Guadalajara), entrò a far parte della Compagnia Reale delle Guardie Marine nel 1718.


Gaspar e Juan de la Abadía assistettero tra gli Hijosdalgo nelle Cortes nel Regno di Aragona, nel 1563, Felipe Juan de la Abadía, in quelle del 1592, e Julián e Domingo de la Abadía, residenti a Esposa (Huesca) . , nel maravedí, nel 1582.


Nel 1332 Guillén de Abadía si recò in Sardegna al servizio del re Alonso IV per i feudi che aveva sulle isole.

  1. Spagna Spagna
  2. Messico Messico
  3. Argentina Argentina
  4. Colombia Colombia
  5. Cile Cile
  6. Panama Panama
  7. Guatemala Guatemala
  8. Cuba Cuba
  9. Venezuela Venezuela
  10. Angola Angola
  11. Brasile Brasile
  12. Canada Canada

Il cognome Abadía. Genealogia, origine, storia, significato e importanza

La storia del cognome abadi2a è, come quella della maggior parte dei cognomi, un viaggio complesso e affascinante verso tempi antichi con l'obiettivo di svelare l'origine di abadi2a. La ricerca sulle possibili origini di abadi2a ci porta a conoscere di più su coloro che portano questo cognome.

Il cognome Abadía nel mondo

È comune che cognomi come abadi2a siano diventati noti in luoghi molto lontani dal loro paese o regione di origine. Scopri quali sono. C'è una notevole probabilità che abadi2a abbia superato i confini del suo luogo di origine per stabilirsi, in misura maggiore o minore, in altre parti del mondo. Con tutte le informazioni che abbiamo oggi, si può affermare che i paesi in cui abadi2a è più abbondante sono i seguenti.

Storia di Abadía

Il viaggio storico del cognome abadi2a può essere tracciato fino a coloro che furono i primi portatori di abadi2a. Le gesta, il modo di vivere, i luoghi in cui hanno vissuto, le relazioni familiari che avevano, i lavori che esercitavano coloro che furono i primi a chiamarsi abadi2a si trovano in ogni sguardo indietro nella storia di questo lignaggio.

Potete visitarci regolarmente per ottenere più informazioni sull'origine del cognome abadi2a, poiché accettiamo frequentemente importanti contributi da altre persone interessate all'araldica e alla storia dei cognomi. È comune che gli appassionati di genealogia e cognomi ci forniscano informazioni di particolare valore, quindi i dati che offriamo sulle origini di abadi2a potrebbero essere modificati.

Personaggi illustri con il nome Abadía

Purtroppo, è molto probabile che non tutte le persone con il cognome abadi2a che hanno compiuto gesta notevoli siano state incluse nelle cronache e nei registri storici. Assumiamo che ci siano stati contributi significativi all'umanità da parte di individui con il cognome abadi2a, anche se non tutti sono stati documentati fino ai nostri giorni. È nostro desiderio evidenziare in questa sezione quelle persone con il cognome abadi2a che, per vari motivi, hanno lasciato il loro segno nel corso della storia.

Il cognome Abadía e le sue fonti bibliografiche

È ovvio che la consultazione di fonti bibliografiche e documentarie è essenziale per accedere alle informazioni sull'origine del cognome abadi2a. La bibliografia raccoglie informazioni relative al cognome abadi2a, il che ci permette di conoscere meglio il suo significato.

FONTI

Queste fonti sono indispensabili per iniziare a conoscere abadi2a, e allo stesso tempo i cognomi in generale.

  1. Abada
  2. Abadia
  3. Abad
  4. Abade
  5. Abadi
  6. Abadie
  7. Abadio
  8. Abady
  9. Abaida
  10. Abaitua
  11. Abata
  12. Abida
  13. Abda
  14. Abdawa
  15. Abuda
  16. Abdão
  17. Abaidia
  18. Aabida
  19. Abaid
  20. Abaito
  21. Abat
  22. Abate
  23. Abati
  24. Abato
  25. Abbad
  26. Abbadi
  27. Abbadie
  28. Abd
  29. Abdi
  30. Abdo
  31. Abdoo
  32. Abdou
  33. Abdouh
  34. Abdow
  35. Abdu
  36. Abdy
  37. Abed
  38. Abedi
  39. Abeeta
  40. Abeita
  41. Abeitua
  42. Abeyta
  43. Abeytia
  44. Abeytua
  45. Abid
  46. Abide
  47. Abidi
  48. Abieta
  49. Abitia
  50. Abud